« Articoli precedenti Sottoscrivi Ultimi articoli

7 Ago 2013

Ciao

Posted by H. 1 Commento

vacanze quasi finite… qui fa caldissimo, per fortuna fra due giorni me ne vado a rinfrescarmi in montagna. E poi si riparte, spero ricaricata, questo settembre comincia una lunga serie di lavori … mi piacerebbe condividerli con te. Ora non ho nessuno con cui parlarne… sarebbe bello poterlo fare con te. Che ne pensi?

Ho visto le tue foto su FB carine!! (anche se non mi collego a volte do un occhio alle cose pubbliche)

Buon Ferragosto!

Smack

24 Giu 2013

Spero tu legga

Posted by H. 1 Commento

Vorrei tanto avere ancora la certezza che tu ogni tanto abbia ancora la voglia di aprire questo blog e leggermi! Credevo ti facessi vivo quando ti ho detto della morte di Gio. Ma la vita va avanti… per te che hai chiuso questa porta, per le bimbe di Gio, rimaste troppo presto senza mamma e per me…

Non ho pianto per la morte di Gio e avrei bisogno di lei per capire il perchè… sono davvero un mostro? So far soffrire ma io soffro solo di egoismo? Che persona sono? Sono una persona? Anche tu sapresti darmi le risposte ma tu sei morto come lei!

Quasi ogni giorno ti guardo e vedo tante rose ovunque… spero con tutto il cuore che siano per me… un illusione? Si forse ma mi fa andar avanti.

La mia vita è come sempre, non è cambiato nulla, lavoro, bimbi… mi trasferisco, me ne vado dall’Italia, qui non c’è più nessuno per me anche se mi basterebbe un cenno per restare!

A presto H.

Buon Compleanno (domani)

12 Feb 2013

E’ nata!

Posted by H. Commenti disabilitati

E’ nata la bimba di Gio.

13 Nov 2012

Un po’ stanca…

Posted by H. 2 Commenti

Esco da una settimana un pò impegnativa e faccio un riassunto dei miei pensieri, devo dire che sono un pò stanca, un pò stanca fisicamente per le nottate insonni, un pò stanca mentalmente per le tante questioni che mi frullano per la mente e un pò stanca emotivamente per i capricci delle persone che mi circondano… ammetto di essere egoista ma so che io almeno a volte provo ad essere tollerante, a girare pagina, metto il muso per un giorno e il giorno dopo sono pronta a ridiscuterne e a chiedere scusa, ma non mi piace quando, nonostante tutto, vengo accusata inutilmente di comportamenti che non ho.

Le lamentele delle altre persone mi fanno incazzare soprattutto quando quelle persone non fanno nulla per cambiare la propria situazione oppure se le cercano, a me non piace lamentarmi e non lo farei mai in modo continuativo, se ho un problema me lo risolvo da sola e al massimo chiedo consiglio, ma è inutile chiedere consigli se poi non si accettano.

Preferisco il silenzio.

Stacco la spina per qualche giorno!

 

18 Ott 2012

La mia dieta (cosa ne pensi?)

Posted by H. 1 Commento

LUNEDI’

Colazione: un succo di pompelmo, senza zucchero e un frutto di stagione, con
caffe’ o the’ senza zucchero o una tazza da 120 ml di latte scremato, senza
zucchero.

Pranzo: carni magre assortite (pollo, tacchino, manzo, cavallo), fredde o ai
ferri , con pomodori o melanzane o zucchine alla griglia.

Cena: pesce magro (sogliola, orata) o crostacei, con insalata mista di verdure,
una fetta di pane integrale, una mela verde

MARTEDI’

Colazione: idem come il lunedì.

Pranzo: macedonia di frutta a volonta’.

Cena: hamburger alla griglia, con una insalatona di verdure: pomodori, peperoni,
cetrioli, lattuga, sedano, olive e cetrioli ecc.

MERCOLEDI’

Colazione: idem

Pranzo: insalata di salmone o tonno al naturale, a volonta’, melone o altra
frutta di stagione

Cena : carne magra fredda (es. roast-beef) o alla griglia (es. fesa di vitello
o tacchino), oppure 100 gr di bresaola, con abbondante insalata di lattuga, pomodoro,
sedano, cetrioli, olive…

GIOVEDI’

Colazione: idem

Pranzo: 2 o 3 uova sode o in camicia, con zucchine o pomodori, cavolini di
Bruxelles, una fetta di pane integrale

Cena: pollo, (o tacchino) alla griglia a volonta’, con spinaci, pomodori, peperoni,
piselli…

VENERDI’

Colazione: idem

Pranzo: formaggi assortiti: mozzarella, gruviera, grana, con spinaci, lattuga e
zucchine

Cena: pesce ai ferri a volonta’, con insalata mista di verdure cotte o crude, un
frutto di stagione

SABATO:

Colazione: idem

Pranzo: macedonia di frutta a volonta’

Cena: pollo o tacchino arrosto o alla griglia, con insalata di pomodori, lattuga,
olive, zucchine, ecc.

DOMENICA:

Colazione: idem

Pranzo: 50 gr. di pasta, condita con succo di pomodoro e un cucchiaino di olio
extravergine d’ oliva.

Cena: vitello arrosto o pesce lesso o alla griglia, con insalata di verdure miste a volonta’ (pomodori, cetrioli, zucchine, sedano, lattuga…)

16 Ott 2012

F.

Posted by H. Commenti disabilitati

Credo che io e te non riusciremo mai a creare qualcosa di nuovo se continuiamo a parlare di lui.

Lui c’è per un motivo o per un altro, so cosa ne pensi e so che fai fatica ad accettarlo e capirlo.

Ma noi possiamo riprovare a comunicare, ad essere tranquilli solo se non parliamo del passato.

E’ il passato che non ti fa essere sereno con me e continuare a ripresentarlo ogni volta che proviamo a passare qualche minuto insieme è solo che dannoso. Come faccio a farti capire che la nostra amicizia potrebbe essere positiva se c’è sempre questa situazione di mezzo?

Possiamo provare a parlarci due o tre volte senza parlare del passato?

La facciamo questa prova?

11 Ott 2012

Eccomi qui

Posted by H. Commenti disabilitati

Eccomi, sono tornata…

i bimbi hanno iniziato la scuola, e devo dire che ricomincio a respirare…

e siccome non mi piace annoiarmi ho ripreso a lavorare in modo serio…

e così ho un sacco di impegni ma finalmente sembra che tutto abbia un senso…

tranne una cosa… continui a mancarmi!

sei in ogni mio ricordo bello… e questa cosa mi fa sorridere perche io invece sono in ogni tuo ricordo brutto…

c’è una grande novità… Gio diventa mamma per la seconda volta, un’altra bimba, nascerà a marzo.

mi piacerebbe molto avere con te un contatto più diretto, in cui io posso chiedere di te e tu puoi chiedere di me.. credo che a te non importi più di me ma invece a me di te interessa parecchio… perchè non scrivi anche tu un “diario” per me?… no tlascia stare so già le tue motivazioni… va bene così… (per ora).

Buona notte.

Domani mi aspettano una serie di visite mediche e fisiche… devo riposare!

smack

9 Set 2012

Ritorno al blog-diario

Posted by H. Commenti disabilitati

A grande richiesta ritorno a scrivere sul blog come se fosse un diario su cui raccontarmi!

Appena rientro dalle “vacanze” scriverò un lungo articolo su tutte le novità!

Buone Vacanze!

12 Lug 2012

GOLDMAN SACHS, IL COLLEGAMENTO TRA MARIO DRAGHI, MARIO MONTI E LUCAS PAPADEMOS

Posted by H. 15 Commenti

di MARC ROCHE – Lemonde.fr

Che cosa hanno in comune Mario Draghi, Mario Monti e Lucas Papademos? Il nuovo presidente della Banca Centrale Europea, il presidente designato del Consiglio italiano e il nuovo Primo Ministro greco appartengono a livelli diversi del “governo Sachs” europeo. La banca di affari americana ha tessuto in Europa una rete di influenza che si è sedimentata da molto tempo grazie a una stretta tessitura, sconosciuta al grande pubblico.??Per avere una collaborazione completa, ci vuole una gerarchia. Il primo della lista è sicuramente a Mario Draghi, vicepresidente di Goldman Sachs per l’Europa tra il 2002 e il 2005. diventato associato, venne incaricato delle “imprese e dei paesi sovrani.” A questo titolo, una delle sue missioni fu quella di vendere i prodotti finanziari “swap”, consentendo di dissimulare parte del debito sovrano che permise di truccare i conti greci. Poi viene Mario Monti, consigliere internazionale dal 2005. In terza posizione troviamo Lucas Papademos, che ha appena stato nominato Primo Ministro della Grecia e fu governatore della Banca Centrale ellenica tra il 1994 e il 2002, dove partecipò all’operazione di falsificazione dei conti perpetrata da GS. Il gestore del debito greco è un certo Petros Christodoulos, un ex trader della compagnia.
Due altri pesi massimi hanno le carte in regola per la defenestrazione dell’euro, Otmar Issing, ex presidente di Bundesbank, e Jim O’Neill, l’inventore del concetto dei BRICS, l’acronimo che designa i mercati emergenti a forte potenziale di crescita (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa). Ex presidente di Goldman Sachs International di cui è rimasto uno degli amministratori, l’irlandese Peter Sutherland ha giocato un ruolo chiave nel salvataggio dell’Irlanda. Infine, Paul Deighton che ha trascorso ventidue anni da Goldman Sachs, è direttore generale del comitato organizzatore delle Olimpiadi di Londra nel 2012. È il fanalino di coda, perché tutti sanno che lo sport, come l’amicizia, è fuori concorso.
Ma, al di là delle apparenze, la rete di influenza che aveva ben costruito il suo potere ha perso efficacia durante la tormenta politica finanziaria del 2008. Infatti, le vecchie complicità, scambiate dagli esperti banchieri centrali che tenevano le fila, si sono rivelate meno utili quando i politici sono diventati coscienti dell’impopolarità goduta dai professionisti della finanza, ritenuti responsabile della crisi. Mentre prima Goldman Sachs poteva facilmente esercitare il proprio tornaconto, una serie di accadimenti – la Grecia, la speculazione contro l’euro, lo scandalo Abacus nel quale è stato coinvolto il goldmaniano francese Fabrizio Tourre – gli hanno messo contro l’opinione pubblica.
La rubrica telefonica è utile, ma non è più sufficiente in un pianeta finanziario complesso e tecnico, di fronte a una nuova generazione di industriali meno plasmati dal rispetto per l’establishment. I padroni europei partiti alla conquista dal mondo si sono emancipati dai crociati dell’alta finanza stile Goldman Sachs. Le richieste di valorizzazione delle azioni, le esigenze di trasparenza dei conti e l’obbligo dell’espansione all’estero hanno smussato l’”effetto rete”. Infine, diventati più esigenti sulla qualità e l’indipendenza del mestiere di consulente, i clienti europei, ma non solo, pretendono ora il rispetto di un minimo di etica.
È qui arrivano i problemi per Goldman Sachs. Perché la banca ama posizionare i propri uomini senza mai lasciar cadere la propria maschera. Questo perché i suoi incaricati, sempre ligi, nascondono questa affiliazione quando concedono un’intervista o sono in missione ufficiale (come fu il caso di Monti, che nel 2010 si vide incaricare di uno studio sul mercato unico europeo dal presidente della Commissione, José Manuel Barroso).
Mario Draghi ha dichiarato che, essendo entrato in funzione nel 2002, non ha avuto niente a che fare col trucco dei conti greci orchestrato due anni prima dalla banca. Aveva dato le dimissioni nel 2005, l’anno precedente alla vendita degli swap di Goldman Sachs alla Banca Nazionale della Grecia, la prima banca commerciale del paese, diretta da un vecchio goldmaniano, Petros Christodoulos, oggi responsabile dell’organismo che gestisce il debito greco.

Fonte: Goldman Sachs, le trait d’union entre Mario Draghi, Mario Monti et Lucas Papadémos

29 Mar 2012

Morti sospette per lo SCUDO SPAZIALE

Posted by H. 2 Commenti

La storia è cominciata nel lontano 1982 e continuata sino al 1990; ha coinvolto gli scienziati della General Electric Company di Londra, smistati in due grosse ditte britanniche, la Plessey e la Marconi. Ben 28 dei loro ricercatori sono morti in circostanze misteriose; le versioni ufficiali fornite alla stampa erano incredibilmente ridicole; si diceva che gli scienziati fossero semplicemente scomparsi o si fossero suicidati, ma con le tecniche più strane e grottesche. Al di là dei sistemi decisamente anomali per togliersi la vita (due, uomo e donna, si sarebbero massacrati a vicenda a colpi di mazza…), tutti i ricercatori collaboravano con la Marconi, che notoriamente è uno dei principali fornitori di apparecchiature radar e di dispositivi laser ultramoderni per la Difesa britannica e per il Pentagono. Non solo, in collaborazione con i colleghi della Plessey, le vittime lavoravano allo scudo stellare. In otto casi gli scienziati
sono deceduti in incidenti stradali, scontrandosi con la macchina, finendo investiti o volando giù da un ponte (un caso, nell’incidente di Keith Bowden, si scoprì che le ruote della sua vettura erano state manomesse); cinque si sono suicidati nei modi più astrusi, in genere respirando monossido di carbonio; due sono scomparsi e sono stati dichiarati ufficialmente morti; sei si sono impiccati; tre sono stati uccisi in circostanze misteriose, uno a Cipro e due massacrati in casa, “da ladri”; uno è annegato e tre sono rimasti folgorati..

A chi sono da attribuire queste misteriose uccisioni? “Si pensi che almeno la metà di costoro erano impegnati nella decrittazione del messaggi radio dei Paesi dell’Est intercettati dai satelliti della NSA, o coinvolti nel progetto Zirconio per il lancio di un satellite spia inglese”.

Alcuni esempi:

 ROGER HILL, esperto radar, progettista e disegnatore per i Marconi Defense Systems, viene ritrovato morto nella propria abitazione ucciso con un colpo di fucile nel marzo 1985.

 JONATHAN WALSH, un esperto di comunicazione digitale impiegato presso la ditta sorella della Marconi, la GEC, caduto dalla finestra del suo hotel nel novembre 1985, dopo aver espresso timori per la sua vita.

 DAVID SANDS, nel marzo dell’ ’87, ha riempito la propria macchina di taniche di benzina e poi si è lanciato a tutta velocità contro un muro;

 ASHAD SHARIF, altro scienziato della Marconi Ltd., impiccatosi  fissando un capo della corda al collo dopo aver fissato l’altro capo ad una pianta, quindi è salito in macchina, ha pigiato sull’acceleratore e si è ucciso!

Nel marzo del 1988 TREVOR KNIGHT, sempre associato alla Marconi Ltd. Muore asfissiato con il monossido di carbonio esalato dalla sua auto.

 PETER FERRY, generale in pensione, direttore di marketing sempre della stessa società (teneva i rapporti tra la Marconi e la Difesa britannica), viene ritrovato con i fili elettrici scoperti trattenuti in bocca.

ALISTAIR BECKHAM ingegnere aerospaziale si uccide anche lui allo stesso modo, i fili però sono arrotolati intorno al corpo ed ha un fazzoletto infilato in bocca.

ANDREW HALL viene ritrovato morto nel settembre del 1986, anche lui per avvelenamento da monossido di carbonio.